CHI È L’ASSISTENTE EDUCATIVO

Profilo professionale
L’Assistente educativo è una figura professionale che opera all’interno delle scuole di ogni ordine e grado, al fine di supportare il percorso di integrazione degli alunni disabili aventi diritto a misure di sostegno e integrazione (legge 104/92).
L’Assistente Educativo, pur rientrando all’interno del personale non docente, si interfaccia con i docenti di classe e la sua attività è complementare a quella dell’insegnante di sostegno. Il suo intervento, centrato essenzialmente sulla relazione, è orientato a soddisfare gli interessi e i bisogni dell’alunno disabile, attraverso l’individuazione di risorse ed opportunità che gli permettano di vivere maggiori possibilità di partecipazione ed integrazione. Nello specifico, opera attraverso modalità di intervento differenziate in base all’alunno; individua strategie per garantire il benessere del singolo all’interno del gruppo classe e nel contesto scuola; contribuisce a delineare e perseguire gli obiettivi didattico-educativi previsti dal P.E.I (Piano Educativo Individualizzato); affianca l’alunno in tutte le attività espressive e manuali e lo accompagna nel percorso di crescita e di sviluppo delle potenzialità residue.
L’Assistente Educativo trova collocazione nel campo scolastico ed extrascolastico, pubblico e privato.

Obiettivi
Gli obiettivi formativi del corso sono volti allo sviluppo delle seguenti aree di competenze:

Competenze personali

  • Affidabilità personale
  • Senso di responsabilità
  • Determinazione

Competenze sociali

  • Comunicare efficacemente con chi presenta disabilità mediante l’utilizzo di linguaggi centrati sulle diversità individuali
  • Riconoscere la centralità del proprio ruolo
  • Collaborare e lavorare in gruppo e per obiettivi comuni
  • Adattarsi alle particolari esigenze dell’alunno

Competenze tecniche e metodologiche

  • Utilizzare metodologie e tecniche comunicative in modo appropriato alle diverse abilità
  • Conoscere gli ausili tecnici e le tecnologie informatiche per un apprendimento mediato
  • Applicare metodi e strumenti dedicati all’integrazione individuale

Metodologia e materiale didattico
Le tematiche del corso verranno affrontate mediante lezioni frontali tenute in aula e in laboratorio, basate su metodi interattivi ed esperienziali, quali case studies, role playing, attività di gruppo, project work finalizzati all’autovalutazione. I materiali di studio sono costituiti da dispense cartacee ed elettroniche, slides.

Destinatari
Il corso si rivolge a chiunque desideri lavorare con bambini e adolescenti disabili o con difficoltà.
Possono accedere al corso tutti i soggetti che abbiano compiuto il 18° anno di età e siano in possesso del Diploma di scuola secondaria superiore.
Per i cittadini stranieri si richiede un titolo di studio di pari grado conseguito nel Paese di origine ed espressamente riconosciuto.

Durata
La durata complessiva del corso è di 600 ore, di cui n. 360 ore di formazione teorica, n. 160 ore di stage sul campo a diretto contatto con le varie realtà del territorio e n. 80 di Project work per la sperimentazione attiva dei contenuti appresi durante il percorso formativo.

Qualifica
Al termine del percorso formativo sarà riconosciuto ai frequentanti del corso, previo superamento dell’esame sostenuto di fronte alla Commissione, un attestato di qualifica valido su tutto il territorio nazionale, ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 14, Legge, nr. 845/78, e nel rispetto della L.R., nr. 111/95 e ss.mm.ii..

RICHIEDI INFO

RICHIEDI INFO

Nome e cognome (richiesto)

Email (richiesto)

Telefono

Oggetto

Il tuo messaggio

Accetto il trattamento dei dati personali ai sensi dell’articolo 13/15 del Reg.UE 2016/679.Leggi l'informativa