FINESTRA TEMPORALE Le istanze possono essere inviate dal 19 aprile 2017 fino alle ore 18.00 del 5 giugno 2017 e saranno valutate in base all’ ordine cronologico di invio.
FINALITA’ Con il Bando Isi 2016, L’Inail rende disponibili 244.507.756 euro a titolo di finanziamento a fondo perduto per le aziende che intendano intervenire per migliorare i livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. In particolare saranno finanziati:

a)       Progetti di investimento

b)      Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale

c)       Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto

d)      Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della ristorazione e della vendita di alimenti al dettaglio.

 

IMPORTO DEL CONTRIBUTO  Il contributo riconosciuto è pari al 65% dell’investimento:

– Fino ad un massimo di 130.000 euro per le aree d’intervento di cui ai punti a, b e c

– Fino ad un massimo 50.000 euro per l’area d’intervento di cui ai punti d

Il contributo viene erogato a seguito del superamento di una verifica tecnico-amministrativa.  La realizzazione del progetto ed è cumulabile con benefici derivanti da interventi pubblici di garanzia sul credito

IMPRESE PROPONENTI E BENEFICIARIE Le aziende possono presentare un solo progetto riguardante una sola unità produttiva per una sola tipologia di progetto tra quelle sopra indicate. Le aziende proponenti devono avere i seguenti requisiti:

– Avere l’unità produttiva per la quale si intende realizzare il progetto attiva nel territorio per cui si richiede il finanziamento

– Iscrizioni nel Registro delle imprese o nell’Albo delle imprese artigianali

– Non essere soggette procedure concorsuali o di liquidazione volontaria

– Non aver riportato condanne con sentenza passata in giudicato per reati derivanti dalla violazione della normative in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro

– Essere in regola con gli obblighi assicurativi e contributivi

– Non aver ricevuto altri finanziamenti pubblici per il progetto per cui si richiede il finanziamento

– Non aver ricevuto finanziamenti a valere sui bandi ISI Inail 2013, 2014 o 2015 e Inail FIPIT 2014

– Essere in regola con in regolamento De Minimis o con il regime di aiuti di stato adottato