Con l’Avviso “Formazione per la crescita” la Regione Abruzzo finanzia i progetti formativi delle aziende abruzzesi rivolti a personale neoassunto o da assumere e ai manager presenti in azienda.

Gli interventi possono riguardare ogni materia, purché siano finalizzati a promuovere lo sviluppo aziendale e l’adattamento dei lavoratori alle innovazioni di prodotto o di processo.

Per avere maggiori informazioni o consulenza per presentare l’istanza, contattaci al numero 085/41546435 o scrivici a info@pluconform.it

  

 

FINALITÀ

 

 

 

 

L’Avviso finanzia Progetti formativi monoaziendali finalizzati a riqualificare il personale occupato e a rafforzare le competenze di tipo manageriale.

Sono previste due linee di intervento

Linea 1: Interventi di formazione diretti al personale neoassunto o da assumere entro l’avvio delle attività formative;

Linea 2: Interventi formativi diretti ai manager delle MPMI collegati ad obiettivi di rilancio aziendale, di riconversione o di costituzione di nuovi rami di azienda.

Le imprese possono candidarsi per entrambe le Linee 1 e 2.

IMPORTO DEL FINANZIAMENTO

L’importo massimo del finanziamento pubblico concedibile in favore dell’impresa è:

–          € 200.000 in caso di opzione per il regime de minimis (Reg.(UE) 1407/2013);

–          € 100.000 in caso di aziende attive nel settore dei trasporti su strada;

–          500.000 in caso di opzione per il regime aiuti alla formazione (Reg. (UE) 651/2014 art. 31)

In caso di de minimis (Reg.(UE)1407/2013) viene rimborsato il 100% dei costi ammissibili ed il cofinanziamento è facoltativo.

In caso aiuti alla formazione (Reg. (UE) 651/2014 art. 31) le percentuali massime di rimborso sono il 70% dei costi ammissibili e la quota di cofinanziamento privato può essere assicurata dal mancato reddito dei lavoratori in formazione, l’eventuale eccedenza deve essere garantita da altre voci di costo.

DESTINATARI DELLA FORMAZIONE

 I destinatari della Linea 1 sono lavoratori neoassunti a tempo indeterminato o determinato a far data dal 6 dicembre 2016 o lavoratori da assumere entro l’avvio del Progetto formativo (anche con contratto part time). Tali lavoratori, prima dell’assunzione, devono risultare disoccupati percettori di ammortizzatori sociali. Devono essere residenti in Abruzzo alla data di pubblicazione del presente avviso ed iscritti ad uno dei Cpi della regione Abruzzo prima dell’assunzione. Nel caso di neo assunzioni a tempo determinato, l’impresa deve procedere alla trasformazione a tempo indeterminato entro la data di conclusione dell’intervento formativo e garantire la permanenza del rapporto di lavoro per i successivi 12 mesi decorrenti dal termine dell’Intervento formativo.

Destinatari della Linea 2 sono i manager già in forza presso l’azienda, a prescindere dalla forma contrattuale, il titolare, i soci non dipendenti, gli amministratori, i consiglieri.

OGGETTO DEI PIANI FORMATIVI

La formazione può avere ad oggetto qualsiasi materia di interesse dell’azienda beneficiaria, purché i Progetti formativi rispondano a strategie di sviluppo aziendale.

Può promuovere ’adattamento dei lavoratori alle innovazioni (nuovi macchinari, nuovi strumenti, nuovo software, nuovi processi, nuovi mercati) o una migliore o più efficace attuazione delle strategie organizzative aziendali.

IMPRESE PROPONENTI E BENEFICIARIE

Il finanziamento può essere richiesto da tutte le Micro, Piccole e Medie imprese del settore privato, incluse le cooperative, aventi una sede legale e operativa nella regione Abruzzo oppure aventi sede legale fuori dall’Abruzzo, ma almeno una sede operativa ubicata nel territorio regionale.

Le imprese, prima dell’avvio delle attività formative, devono essere iscritte alla C.C.I.A.A. e risultare attive nel territorio regionale.

Nel caso di opzione per il regime di aiuti in esenzione, le imprese non devono versare in stato di difficoltà ai sensi dell’articolo 2, punto 18) del Reg. (UE) n. 651/2014.

PRESENTAZIONE DELLE ISTANZE Le candidature possono essere inviate a partire dal 27 aprile 2017 dalle ore 9:00, esclusivamente attraverso l’utilizzo della piattaforma telematica.